Get a site

Home - Messaggi - Maestri - Autori - Arcana Arcanorum - Corpus Magiae - Biblioteca - Dossier - Napoli - ReligioniLuoghiVitriol - Miscellanea - Filmati

 

 

ricerche a cura del dott. Luigi Braco


 

Charles Francois Dupuis 1742-1809, è' stato un erudito, uno scienziato e un politico francese.
Figlio di un maestro di scuola, visse la prima parte della sua vita in condizioni modeste, dimostrò un talento precoce nella geometria che il duca De La Rochefoucauld, suo benefattore, lo inviò con una borsa di studio al collegio d'Hacourt. Col tempo si fece conoscere come un umanista, conseguì la laura in teologia nel 1766, fu professore al collegio di Lisieux vicino Parigi. Nel tempo libero studiava legge e divenne un avvocato nel 1770, tanto amò il diritto che abbandonò la carriera ecclesiastica. Si avventurò poi nell'ambito della ricerca scientifica e della matematica. Nel 1778 inventò una sorta di telegrafo senza fili. Studiò l'astronomia e i rapporti che questa aveva con la mitologia classica.

 

 

A partire dal 1778 il suo pensiero si focalizzò su di un idea innovativa per il tempo: che le divinità dei miti antichi non erano altra cosa che le stesse costellazioni del cielo, che i nome degli Idei corrispondessero a quelli degli astri, che le avventure mitologiche erano un'espressione allegorica del movimento delle stelle e dei loro reciproci rapporti geometrici, fu così che scrisse "Mémoire sur l'origine des constellations et sur l'explication de la fable par l'astronomie", conquistando la notorietà.
Nel 1787 divenne professore d'eloquenza latina al Collège de France, e membro dell'Académie des inscriptions et belles-lettres nel 1788.
Nel 1795 pubblicò la stesura finale del suo "l'Origine de tous les Cultes, ou la Religion universelle" dove riprese, sviluppò e concluse le idee espresse nel 1778, per dimostrare l'origine comune dei diversi sistemi religiosi e astrologici degli Egizi, Greci, Cinesi, Persiani e degli Arabi. Il suo postulato fondamentale fu che: "le mot Dieu paraît destiné à exprimer l'idée de la force universelle et éternellement active, qui imprime le mouvement à toute la nature" e che "le christianisme a le caractère du Dieu soleil, adoré chez tous les peuples sous une foule de noms et avec des attributs différents". L'impatto della sua opera fu molto forte soprattutto negli ambienti dell'archeologia, infatti influenzò il lavoro dei famosi archeologi Jacques-Antoine Dulaure et Alexandre Lenoir.

 

 
Durante la rivoluzione francese Dupuis lasciò Parigi per evitare il massacro del Settembre 1792, ritornò solo dopo aver scoperto di essere stato eletto alla Convention (1792-1795) e poi al Conseil des Cinq-Cents, inoltre fu presidente del corpo legislativo. Lasciò la vita politica nel 1802.
Nell'Aprile del 1806 ricevetto l'onoreficienza della Légion d'honneur, acquisendo il titolo di cavaliere, nello stesso anno diede alle stampe "Mémoire explicatif du Zodiaque de Tentyra, ou Dendérah". Dupuis terminò la sua vita a Echevannes, uno splendido villaggio nelle vicinanze d'Is-sur-Tille, si spense il 29 Settembre del 1809 a 67 anni.

 

Opere

 

   

 
 
"Mémoire sur l'origine des constellations et sur l'explication de la fable par le moyen de l'astronomie", Charles Francois Dupuis, 1781.
"Mémoire explicatif du zodiaque chronologique et mythologique", Charles Francois Dupuis, 1806
Laudatio funebris augustissimae Mariae-TheresiaeAustriacae, Charles Francois Dupuis, 1781

 

Home - Messaggi - Maestri - Autori - Arcana Arcanorum - Corpus Magiae - Biblioteca - Dossier - Napoli - ReligioniLuoghiVitriol - Miscellanea - Filmati